La Farinata

Farinata / 1
Con farinata, cecina, panissa, panelle si intendono preparazioni a base di farina di ceci.
Come spesso accade, la semplicità di certi piatti è direttamente proporzionale alla loro bontà.
Di ricette in rete se ne trovano a carrettate, tutte in linea di massima valide.
I due capisaldi della ricetta della farinata secondo me sono:
- il riposo della pastella per diverse ore: questo probabilmente innesca un meccanismo di fermentazione che aiuta a rendere l’interno soffice al punto giusto;
- la cottura: riprodurre nei forni di casa la cottura che avviene in pochi minuti sui testi di rame nei forni a legna è impresa difficile, ma non impossibile.
Veniamo alla ricetta.
Ho sciolto 250g di farina di ceci (va da se’ che debba essere di ottima qualità) in 750g di acqua. Ho unito un bel pizzicone di sale e 4 cucchiai d’olio evo (ultimamente sto usando un olio della sabina notevole, regalatomi da mammà).
Ho lasciato la miscela in una brocca per circa 6 ore, mescolando con una frusta ogni volta che me ne ricordavo.
A questo punto ho acceso il forno elettrico alla massima temperatura (non ho mai misurato se effettivamente faccia i 250 gradi), con la ventilazione inserita e l’ho fatto scaldare per bene.
Ho versato abbondante olio evo (direi almeno mezzo bicchiere) sul fondo di una teglia 30x40cm di alluminio pesante, ho mosso la teglia per avere tutto il fondo e le pareti unte di olio.
Ho posizionato la teglia nel forno, in posizione intermedia, tirando un po’ fuori il ripiano in modo da poter versare in sicurezza la pastella dalla brocca. (Prima di versare l’impasto avevo provato a vedere se un volume simile di acqua formava uno strato non troppo spesso in una teglia gemella di quella oliata.)
Con una forchetta ho mescolato brevemente impasto e olio, affiorato in superficie, ho sistemato il ripiano e chiuso il forno.
La farinata ha cotto circa 20 minuti, poi ho messo il grill sempre alla stessa temperatura, ho spostato la teglia sul punto più alto del forno e ho fatto dorare per bene per circa 8 minuti.
Il risultato è stato sorprendente. Non immaginavo né speravo che venisse così buona, tenera internamente e ben rosolata all’esterno. Un precedente esperimento non mi aveva entusiasmata più di tanto, e avevo messo da parte la ricetta con il proposito di ripeterla in un forno a legna. Poi due amiche mi hanno assicurata sulla riuscita anche nel forno elettrico, così ho deciso di tentare. Spero che non sia stata soltanto fortuna, ho intenzione di ripeterla spesso :)

13 Commenti a “La Farinata”

  1. Tambu scrive:

    pensa se avessi un testo in rame stagnato, che qua trovi anche nella spazzatura… :D

    (scherzo, però conosco un posto dove costano pochissimo ;) )

  2. vittorio scrive:

    La foto riproduce la realtà di un cibo semplice, umile ma buonissimo.
    Qui a Torino è normale prima della pizza mangiare un pò di farinata a stuzzicare l’appettito, con una spruzzatina di pepe.
    Nei prossimi giorni voglio cimentarmi in questa ricetta…e incrociamo le dita.

  3. Barbara scrive:

    E’ la passione di mio padre ogni volta che va in Liguria ne fa scorpacciate!

  4. sandra scrive:

    A DO RO!!
    per me pizza (al padellino) e farinata con birra media.. estasi culinaria!
    un abbraccio cara e saluta Mickey & C! ;)

  5. Bellissima!
    Concordo, il segreto, oltre che nel trovare un equilibrio per la cottura, sta nel lasciar riposare l’impasto per bene. Oltre ad un parziale processo di fermentazione succede che, i grani di farina di ceci (che non sono mai stati cotti prima di diventar farina) assorbono acqua sufficiente a farli cuocere poi nel forno. Io quando andavo a genova portavo a casa una farina per farinata eccezionale, ma sono tempi passati ormai. Sai dove si possa trovare a Milano?

  6. Ivo scrive:

    Ciao a tutti…
    http://grandeivo.splinder.com/
    Questo è il mio blog, non troverete sicuramente consigli (in quanto ne sapete più di me), ma non si sa mai…

  7. silvia krumiri scrive:

    Ci ho provato anch’io, tempo fa, ottenendo un discreto risultato, e giusto ieri mi è venuta voglia di riprovarci, mangiando quella di Sori. Adotterò il passaggio a grill finale, dalla tua foto mi sa che era quello che mancava alla mia ^__^
    Un bacio

  8. consy scrive:

    Tambu allora quando tornerò da quelle parti mi accompagnerai a comprarne uno :)

    Vittorio prova e fammi sapere mi raccomando!

    Barbara, Sandra sto già meditando di rifarla… anche perché il mezzo pacchetto di farina potrebbe rovinarsi presto :)

    Marinella a Milano non so, ma posso spedirti quella che trovo qui, prodotta in zona: notevole!

    Ivo in bocca al lupo con le fragole!

    Silvia Krumiriiiiiiiii benriletta! Anche tu fammi sapere :)

  9. Steve McQueen scrive:

    Col grano l’hai mai provata?
    Byez

  10. marinella scrive:

    grazie consy, ma adesso e’ tempo epr te di ricevere il pacco. ne riparliamo piu’ avanti :) besooooossss

  11. consy scrive:

    Steve no, mi manca questa prova!

    Mari tranquilla sei fin troppo incasinata!

  12. daniela scrive:

    Tambu mi dici dove comprare testo? Grazie!!

  13. life scrive:

    Hey very nice blog!! Guy .. Excellent .. Amazing ..
    I will bookmark your website and take the feeds also?

    I’m glad to find so many useful info here within the submit,
    we want work out more techniques in this regard,
    thanks for sharing. . . . . .

Lascia un Commento