Pizza alle 4 (o 5) P

Questa ricetta l’ho promessa a Nadia-Precisina e Sandra-UnToccoDiZenzero, a tavola di fronte a un piatto di carbonara dell’Arcangelo… ha quindi valore di giuramento :)

Pizza pioppini, prosciutto e provola

Continua l’avventura con il lievito madre e, nell’ottica di mantenere i due (minimo) rinfreschi a settimana, quando la primavera incombe e la ciccia superflua deve essere smaltita, non si può sempre cucinare pane no? Allora ripieghiamo su altre preparazioni che compongono la nostra meravigliosa dieta mediterranea… pizza!
Il lievito si è così stabilizzato e ha un gusto così poco acido che, ormai, uso una parte del rinfresco direttamente per farci la pizza. Il segreto sta nel fare un rinfresco piuttosto molliccio.  Dopo averne messo via una parte, aggiungo il sale, l’olio, un pizzichino di zucchero e mescolo bene per farli assorbire. Poi unisco altra farina manitoba per portare a giusta consistenza e faccio lievitare per qualche ora.

Per il condimento, pulisco e lavo i pioppini. Li salto in padella con uno spicchio d’aglio, peperoncino, olio e sale. Faccio cuocere coperti, aggiungendo verso la fine del prezzemolo tritato.

Stendo l’impasto della pizza in una teglia unta d’olio. Dispongo delle fette di prosciutto cotto a coprire tutta la pizza, poi i pioppini, infine la provola tagliata sottile.

Cuocio in forno ben caldo, alla massima temperatura e con ventilazione inserita, per circa 20 minuti (dipende dallo spessore della pizza: io non la faccio molto sottile).

Ed ecco che con la pizza alle 4 o 5 P (prosciutto cotto, pioppini, prezzemolo, eventuale peperoncino, provola) ho ricominciato a scrivere sul blog, come da più parti mi veniva richiesto :)
Spero soltanto di essere costante, ché non ho ancora vinto al Superenalotto e mi tocca sempre lavorare :)

5 Commenti a “Pizza alle 4 (o 5) P”

  1. Precisina scrive:

    Sì è vero… ne avevi parlato, l’avevi promessa… ma è anche vero che impegnate com’eravamo, tra rigatoni, coniglio e fettone biscottate… adesso che lo stomaco è tornato ad ‘esigere’ la tua pizza acquista tutto il valore che merita!!! E festeggiamo anche l’aggiornamento del blog… che dire, vediamoci più spesso! ;-) bacione, N.

  2. Erbaviola scrive:

    posso fare una domanda demente delle mie? tu come fai quando vai via una settimana o addirittura due? cosa organizzi per il lievito madre? o lo rifai al ritorno? per me era uno sbattimento notevole e sono purtroppo dovuta tornare al lievito di birra :( accetto suggerimenti….

  3. Consy scrive:

    @Precisina concordo con il vederci più spesso, ho visto che parli di pic nic sul tuo blog… sappi che in primavera organizzo sempre con gli amici un pic nic al lago di Martignano, che è vicinissimo a casa mia! Sei già invitata :)

    @Erbaviola mi sa che prima o poi ci farò un post, perché la morte del lievito durante le vacanze è un fatto molto frequente. Io finora ho avuto la fortuna di affidare il lievito alle amiche (e ne ho presi diversi in affidamento), così ognuna è andata in ferie senza troppe preoccupazioni. Ne avevo anche congelato un pezzo per backup e, dopo un paio di mesi, l’ho scongelato per vedere se si riprendeva: lo ha fatto! Mi intriga molto anche la tecnica dell’essiccazione, che però non ho ancora provato in prima persona. Continuo a sperimentare :)

  4. Daniela scrive:

    Evviva Consyna :) )) bentornata!

  5. http://www.lostfoundreturned.com/iphonecase/iphonecase_udre1bgh.htmlchanel iphoneケース、iphone5 ケース シャネル、シャネル 香水 iphoneケース伝リンゴiphone5s搭載指紋センサー-アップル・科技スクープ\u2014中国一の科学技术の门戸、報道最新技術ニュースである

Lascia un Commento