Regime afoso

Inizia a fare *davvero caldo anche qui.
Della serie che:
- l’orto va annaffiato tutti i santi giorni, non tutto tutti i giorni, a giorni alterni ma molte colture hanno bisogno di tanta acqua;
- appena sveglia abbasso le tende da sole sul balcone, e le riapro nel primo pomeriggio, appena il sole gira;
- idem con le finestre a nord e a sud: in diversi momenti del giorno si chiudono finestre per evitare l’aria calda, se ne aprono altre dove c’è ombra;
- il mio portatile giace su un sottopentola;
- lo studio è impraticabile: mio marito di pomeriggio si sposta in salotto per poter lavorare un minimo al fresco; si spengono i pc non strettamente necessari;
- io rimango a lavorare in cucina ma faccio una pausa più lunga, riprendo alle 15 in modo da dare 2 ore di sollievo al povero benq;
- lavatrici e lavastoviglie si fanno al mattino presto o alla sera, per non contribure ai picchi di fabbisogno energetico;
- quest’anno non c’è stato il divieto di irrigare i giardini nelle ore centrali della giornata, questo perché a dispetto di tutto quello che è stato detto, è piovuto abbastanza e non ci sono scarsità idriche; nel nostro condominio poi la cosa non ci tocca, il giardino viene irrigato con acqua di pozzo; unica nota positiva: l’erba inizia a crescere con minore velocità, per fortuna;
- i panni vengono stesi all’ombra, per non rovinarne i colori;
- i gatti spariscono per tutto il giorno e li trovi a sonnecchiare nei punti più impensabili, dove ricevono un minimo di refrigerio;
- il numero di docce giornaliere lievita pericolosamente;
- a proposito di lievitare, ho sospeso tutte le panificazioni (anche se con queste temperature lieviterebbe tutto più velocemente);
- il forno si usa rarissimamente, i fornelli possibilmente anche;
- come previsto i pomodori nell’orto se la stanno godendo un mondo, per cui ho un intero cestello in frigo già pieno di pomodori casalino (Giancaaaaa vieni a prenderne un po’!);
- le malefiche cicale fanno orario continuato, sob!

2 Commenti a “Regime afoso”

  1. Scribacchini scrive:

    Tu quoque? :-)
    Quando qualcuno viene da me e vede il portatile sulla gratella per i dolci … si rotola dalle risate!
    ‘ciotti accaldati
    Patt

  2. Barbara scrive:

    Si si si quando stavo in cascina l’apertura delle finestre era a turno a seconda del sole … bisogna ingegnarsi per sopravvivere dicono che domani pioverà al nord speriamo si rinfreschi un pò! (io adesso sono vicino a Como, qui nel bosco non fa mai caldissimo io e i cani siamo fortunati se fossimo rimasti in cascina io ma ancora di + loro boccheggerebbero)

Lascia un Commento