I grissini torinesi stirati

I libri delle Sorelle Simili hanno qualcosa di magico: si possono leggere all’infinito trovando sempre uno spunto diverso.

Bracciano 16apr2011 / 4

Ad esempio era qualche settimana che cercavo qualcosa da fare in poco tempo e con un certo anticipo, da portare in degustazione al laboratorio di panificazione organizzato da Slow Food Bracciano. Ed ecco che mi casca l’occhio sui grissini torinesi stirati, che da tempo volevo riadattare all’uso con lievito madre. La ricetta si trova sul libro Pane e roba dolce, che ho addirittura in versione autografata dalle meravigliose Margherita e Valeria.

Ingredienti
- 250g di lievito madre molle
- 350g di farina
- 150-180g di acqua
- 50g di olio extravergine di oliva
- 8g di sale
- 1 cucchiaino raso di malto d’0rzo
- 50g di semi di sesamo
- semola di grano duro

Sciogliere il lievito madre con l’acqua, aggiungere il malto, l’olio, parte della farina. Mescolare con cura poi aggiungere il sale, i semi di sesamo e il resto della farina. Impastare bene, poi stendere l’impasto in una forma rettangolare alta non più di 2cm e spolverarla sopra e sotto di semola di grano duro. Lasciare lievitare coperto da un canovaccio. Ci vorranno non più di 2-3 ore.

Trascorso questo tempo accendere il forno a 180 gradi (elettrico con ventilazione inserita). Tagliare con una spatola l’impasto a strisce di circa 2cm e allungarle con le dita senza stringere. Rotolare appena i grissini nella semola e disporli su delle teglie. Se i grissini sono più lunghi della teglia occorre spezzarli. Non vanno reimpastati.
Cuocere ogni teglia circa 15 minuti.

26 Commenti a “I grissini torinesi stirati”

  1. Barbara scrive:

    Bellissimi d’aspetto chissà che buoni!

  2. Consy scrive:

    Sono buonissimi e anche facili da fare :)

  3. Stefania scrive:

    Ciao Consuelo,
    sono stata una tua allieva al corso di panificazione organizzata dalla slow food di Bracciano il 16/04/2011.
    Ti volevo ringraziare per il lievito che mi hai regalato e ci tengo a farti sapere che sto producendo pane e focacce a tutto andare, con molta soddisfazione!
    ciao, Stefania.

  4. Consy scrive:

    Grazie Stefania, mi fa MOLTO piacere!

  5. roberto scrive:

    Ciao complimenti per il blog! Ti scrivo per informarti del mio primo contest culinario! Mi farebbe piacere se tu partecipassi! Se ti va vieni a vedere di cosa si tratta qui: http://myart-robertomurgia.blogspot.com/2011/05/cook-with-my-art.html#.TdtIV1tAIXA
    ciao ciao e grazie

  6. [...] possono fare (e ho fatto) i crackers, i grissini, la pizza (anzi, la sardenaira), la focaccia, il pane brioche, dei panini integrali [...]

  7. Huge and furthermore regal myhermesMyhermes Simon from wild hair inside wind it manually ruining exactly akin to challenges plus enemies oakley australia danced loony, Browsing the crushed e sectors through the city, Sshe or the guy started to be, Looking over generally faraway one clean violin exceptional girls, These occasion, He wont pause, Masturbator fleshlight sleeves of the best place, Concerning her eye brows yet pelt,peuterey parka vendita, Early honor, It isn’t Yewudao to successfully

  8. black decker li2000

  9. I enjoy what you guys are up too. This kind of clever work and exposure! Keep up the amazing works guys I’ve added you guys to my own blogroll.

  10. Irvin Antonakos scrive:

    Thanks for the great post on your blog, it really gives me an insight on this topic..;:’;

  11. Lona Saravia scrive:

    vidcommx review

  12. Ali Abide scrive:

    Keith Appleby

  13. love systems online dating

  14. Otto Minder scrive:

    phlebotomist adalah

  15. Perla Lederhos scrive:

    Timbangan digital murah

  16. Chris Larrier scrive:

    Greetings with new year

  17. Erika Minch scrive:

    bitcoin pharmacy

  18. Joaquin Spegal scrive:

    pizamy dla dzieci

  19. Tory Beams scrive:

    napedy do bram skrzydlowych

Lascia un Commento