Archivio di giugno 2007

Fiori di zucca ripieni

mercoledì, 27 giugno 2007

Il raccolto di stamattina
Quando l’orto inizia a produrre, la scelta del menu è condizionata ai prodotti che si raccolgono quasi ogni giorno. Non è così male: vuol dire abbuffarsi di fagiolini, per esempio, a 0€ al kg, per qualche settimana di seguito.
Con tre sole piante di zucchina, la raccolta dei fiori è troppo abbondante anche per due persone, considerato che una delle due sopporta appena i fiori e odia le zucchine. La scelta delle ricette coi fiori è limitata poi dal fatto che -sempre quella persona grrrr- odia alici e acciughe.
Allora a parte regalare i fiori, soluzione praticabile ma poco soddisfacente per l’altra persona che ama follemente fiori e zucchine, bisogna inventare ricette alternative.
Ho preso della mozzarella (fiordilatte) avanzata dal giorno precedente, già affettata. Ideale per questa preparazione: aveva perso quell’acqua che, altrimenti, avrebbe reso la frittura problematica.
Ho avvolto un tronchetto di mozzarella in mezza fetta di prosciutto cotto. Ho farcito il fiore di zucchina con questo bauletto al prosciutto e mozzarella.
Una oretta prima avevo preparato una pastella con 100g di farina di grano duro, 200g di farina 00, 1 tuorlo, 1/2 cubetto di lievito, sale e acqua q.b.
Ho avvolto i fiori nella pastella e li ho fritti fino a doratura. Li ho serviti tiepidi, con accanto fagiolini dell’orto appena scottati: è stata una cena deliziosa.
Fagiolini gialli e viola

Dubbio amletico

martedì, 26 giugno 2007

Quale tra queste due borse è più carina?
Nova 2
Rezo

Amo questa donna

lunedì, 25 giugno 2007

No, se bisogna ammirare la Giapponese (e bisogna farlo) è perché non si suicida. La cospirazione contro il suo ideale comincia in tenerissima età. Le ingessano il cervello: “Se a venticinque anni non sei ancora sposata, hai di che vergognarti”, “se ridi, non sei fine”, “se il tuo viso esprime un sentimento, sei volgare”, “se menzioni l’esistenza di un pelo sul tuo corpo, sei immonda”, “se un ragazzo ti bacia sulla guancia in pubblico, sei una puttana”, “se mangi con piacere, sei una scrofa”, “se provi piacere a dormire, sei una vacca”. Precetti del genere sarebbero ridicoli se non ti si conficcassero dentro.
Perché, in fin dei conti, ciò che si trasmette alla Giapponese attraverso questi dogmi insensati è che non bisogna sperare in niente di bello. Non sperare di godere, perché il piacere ti annienterà. Non sperare di innamorarti, perché non vali abbastanza: quelli che ti ameranno lo faranno per i tuoi miraggi, mai per la tua verità. Non sperare che la vita ti porti qualcosa, perché ogni anno che passa ti leverà qualcosa. Non sperare in una cosa semplice come la tranquillità, perché non hai nessuna ragione per startene in pace.
Spera di lavorare. Visto il tuo sesso avrai poche possibilità di arrivare in alto, ma spera di servire la tua azienda. Lavorare ti farà guadagnare dei soldi dai quali non trarrai nessuna gioia, ma da cui potrai eventualmente trarre dei vantaggi, per esempio in caso di matrimonio – perché non sarai tanto stupida da supporre che qualcuno possa volerti per il tuo valore intrinseco.
A parte questo, puoi sperare di vivere a lungo, cosa che in sé non ha nulla di interessante, e di non conoscere il disonore, cosa che invece ha un fine in sé. Qui si ferma la lista delle tue speranze lecite.
E comincia la serie interminabile dei tuoi doveri sterili. Dovrai essere irreprensibile, per la semplice ragione che non si può fare altro. Essere irreprensibile ti porterà solo a essere irreprensibile, non sarà motivo di orgoglio e tanto meno di voluttà.
Non è possibile enumerare tutti i tuoi doveri, perché non esiste attimo della tua vita che non sia dominato da uno di essi. Anche quando sarai chiusa in bagno per dare umile sollievo alla vescica, avrai il dovere di vegliare perché nessuno possa sentire il canto del tuo ruscello: dovrai quindi tirare la catena in continuazione.

[Amélie Nothomb, Stupore e tremori]

Il mio percorso di lettura sta seguendo un filo più o meno logico, non so ancora dove porterà. Prima ho letto Harry Potter 6 in inglese, e devo dire che la lettura è diventata sempre più facile via via che procedevo nella storia. Poi per rimanere con l’inglese allenato fino al 21 luglio (nemmeno lo devo dire cosa succede il 21 luglio, vero?), ho iniziato un libro sulla cucina giapponese, scritto in inglese. Bello, ma avevo bisogno di una lettura più leggera da affiancargli. Così mi sono buttata su una serie di libri della Nothomb che non avevo ancora letto e avevo già in casa. Da qui la citazione appena riportata sulle donne giapponesi.

Per finire, pubblicità progresso! Il 30 giugno e 1 luglio ad Anguillara Sabazia (RM) si svolgerà la sagra del pesce (di lago). Qui è possibile scaricare il programma di tutte le attività del Summer Festival 2007. La sagra si conclude con lo spettacolo pirotecnico di domenica sera: i fuochi sul lago sono uno dei motivi per cui mi sono trasferita qui, sapevatelo.
La scrivente preannuncia una abbuffata di lattarini fritti; e per rimanere in tema Giap, sabato sera ci sarà una sessione di sushi casalingo con la mia amica Pat. Seguiranno foto.

Per questo

martedì, 12 giugno 2007

Harry looked around: there was Ginny running towards him; she had a hard, blazing look in her face as she threw her arms around him. And without thinking, without planning it, without worrying about the fact that fifty people were watching, Harry kissed her.

Questo è il motivo per cui ho riletto HP6 in inglese. Per gustarmi questa frase. E non sono rimasta delusa :)

Mickey

domenica, 10 giugno 2007

First of all: abbiamo un veterinario con le palle.
Poi mi viene da dire una frase banale, forse: nella sfiga, siamo stati fortunati.
Sì, perché per fortuna io ero rimasta a casa a lavorare. Quindi la macchina era a disposizione.
Poi perché il consorte ha l’occhio lungo e ha visto quello che io non avevo notato: Mickey aveva due ferite alle zampe posteriori, identiche, stranamente simili a quelle che avrebbe potuto farsi cercando di divincolarsi da un laccio metallico. Le ferite erano infette e già si vedevano delle piccole larve di mosca.
Poche ore ancora, con questo caldo -ha detto il vet- e non avremmo povuto far altro che sopprimerlo.
Cosa sia successo, non voglio saperlo. Non voglio pensare che a pochi metri da casa mia ci sia qualcuno in grado di maltrattare gli animali a cuor leggero.
Ad ogni modo, Mickey è stato portato di corsa dal vet, è stato curato (per la cronaca: 5 punti una zampa, 3 l’altra), già che eravamo lì è stato pure sterilizzato, in modo che non si allontani più in cerca di femmine consenzienti. Spero vivamente che diventi più prudente e sospettoso con chi non è di casa. Credo che in queste ultime 3 settimane si sia giocato 3 vite, così, a occhio.

What Does Your Birth Date Mean For Your Love Life?

venerdì, 8 giugno 2007
Your Birthdate: November 12
You are certain and confident when you choose to love someone.
Even though your romantic choices may be unconventional – you stand behind them.
Your friends never know you as well as a romantic partner does. 

Number of True Loves You’ll Have: 4

Number of Times You’ll Have Your Heart Broken: 1

You are most compatible with people born on the 3rd, 12th, 21st, and 30th of the month.

What Does Your Birth Date Mean For Your Love Life?

Curry giallo di pollo e peperoni

giovedì, 7 giugno 2007

Curry giallo con pollo e peperoni / 1
Ho preso dei peperoni verdi di varietà corno di toro, ho tolto il picciolo, li ho tagliati a falde per il lungo, lavati per bene e tagliati a listine.
Ho rosolato per qualche minuto i peperoni in poco olio nel wok, poi li ho scolati e messi da parte.
Curry giallo con pollo e peperoni / 2
Nell’olio rimasto ho stemperato 2 cucchiaini di yellow curry paste, ho aggiunto una lattina di latte di cocco kathay e ho fatto bollire piano.
Curry giallo con pollo e peperoni / 3
Poi ho salato, ho aggiunto i peperoni e del pollo fatto a fettine e poi a strisce. Ho lasciato bollire il tutto, giusto per il tempo di far cuocere il pollo.
Curry giallo con pollo e peperoni / 4
Nel frattempo ho usato la mia meravigliosa palla da the gigante per cuocere il riso basmati.
Il risultato è stato decisamente buono!
Curry giallo con pollo e peperoni / 5

Addicted too

mercoledì, 6 giugno 2007

È stato un attimo.
Mai più senza.
Di che parlo?
Ma della mia libreria su Anobii, ovvio!

The Duty Fullfiller

mercoledì, 6 giugno 2007
You Are An ISTJ
The Duty Fulfiller 

You are responsible, reliable, and hardworking – you get the job done.
You prefer productive hobbies, like woodworking or knittings.
Quiet and serious, you are well prepared for whatever life hands you.
Conservative and down-to-earth, you hardly ever do anything crazy.

In love, you are loyal and honest. If you commit yourself to someone, then you’re fully committed.
For you, love is something that happens naturally. And you don’t need romantic gestures to feel loved.

At work, you remember details well and are happy to take on any responsibility.
You would make a great business executive, accountant, or lawyer.

How you see yourself: Decisive, stable, and dependable

When other people don’t get you, they see you as: Boring, conservative, and egotistical

What’s Your Personality Type?

Come si usa la sfera cuoci-riso

martedì, 5 giugno 2007

Mamma e figlia?
La sfera cuoci-riso è una di quelle cose superflue da tenere in cucina, che però è così carina e allora raccogli i punti Conad e te la accatti :)
Poi scopri che per fare il riso è veramente comoda. Ad esempio del basmati di accompagnamento ad altri piatti.
Riso basmati / 1Riso basmati / 3
A sinistra il riso crudo viene inserito nella sfera. A destra, dopo la cottura.
Riso basmati / 2
La pentola è molto alta. La sfera viene inserita legando la cordicella attorno a un mestolo messo di traverso: in questo modo è sospesa nell’acqua che bolle. Per controllare la cottura si solleva il tutto, si aspetta che esca l’acqua, si poggia in un piatto e si apre. Se per caso il riso non è cotto, molto semplicemente si richiude il tutto e si immerge di nuovo nell’acqua che bolle. Comodo, no?