Archivio di giugno 2008

Pane frattau

domenica, 29 giugno 2008

Pane frattau
Non si finisce mai di imparare ricette, usanze, ingredienti! Da qualche mese conosco P., che è sarda e vive come me ad Anguillara. Ci siamo incontrate per l’hobby della maglia, ma inevitabilmente una parte dei nostri discorsi finisce verso il cibo. Ed ecco lo scambio di ricette, di ingredienti, di prodotti dell’orto. Quanto mi piace questa cosa!!!
Ho regalato a P. alcuni fagiolini e patate dell’orto, lei ha ricambiato con il pane carasau e la salsiccia secca. La salsiccia è ormai uno struggente ricordo (yuhmmm!), il pane carasau è stato giustiziato in questo modo delizioso.

Occorreranno:
- pecorino sardo di media stagionatura, grattugiato;
- brodo (ci vorrebbe quello di pecora, ma va bene anche di pollo o vegetale);
- sugo di pomodoro (semplice, con cipolla, è uguale; io l’ho profumato con abbondante basilico);
- uova fresche: uno per commensale;
- naturalmente il pane carasau :)

Mettere il brodo a scaldare in un largo tegame. Quando bolle, immergervi le sfoglie di pane carasau e immediatamente scolarle e deporle nei piatti, alternandole con sugo di pomodoro e abbondante pecorino grattugiato. Fare non più di 3-4 strati, terminando con sugo+pecorino. Immediatamente cuocere nello stesso brodo le uova in camicia e sistemarle al centro di ogni piatto.
Il pane frattau si mangia come fosse una lasagna. L’uovo in camicia si rompe con la forchetta e insaporisce così la preparazione.

Un piatto veloce, equilibrato, gustoso. Credo proprio che diventerà il tormentone di questa estate 2008 :)

Patate nel bidon / Reprise

domenica, 15 giugno 2008

Patate nel bidon / 8
L’esperimento, iniziato in febbraio, può dirsi concluso con enorme successo!
Tra il primo bidoncino, rovesciato per impazienza già qualche settimana fa, e il secondo (rovesciato stamattina), abbiamo totalizzato 6kg abbondanti di patate, principalmente a buccia rossa. Il sapore… meraviglioso!
Patate nel bidon / 7
La qualità è ottima, non ci sono scarti. Calcolando il prezzo della terra -che viene riutilizzata per l’orto- e che il bidone si può riutilizzare più e più volte, si è centrato il risultato: stesso prezzo delle patate del super, ma vuoi mettere in quanto a freschezza e assenza di pesticidi???

Incontro con Mr. MySQL

domenica, 1 giugno 2008

Delfino MySQL
Premessa: sono stata cazziata da Susan-Pm10 perché sul mio blog scrivo solo di pappa, gatti e orto. Mi è stato ricordato che sono una girl geek e che lavoro come informatico da più di 10 anni. E che diamine, ha ragione! :)

Quindi mentre in forno c’è un ciambellone che cuoce, la pentola a pressione sta riducendo i tempi biblici di cottura dei ceci, e il pane ai 5 cereali finisce di lievitare, vi racconto che venerdi 30 maggio ho visto di persona Mr. MySQL :)

L’incontro è stato organizzato da Sun, che recentemente ha acquisito MySQL. Ci hanno provato in tanti a comprare MySQL. Da un sacco di tempo. Perché Sun ci è riuscita? Marten Mickos lo ha spiegato ai presenti [*]. E devo dire che è stato convincente. Quasi quasi mando un cv alla Sun Italia :)

La frase che più mi ha colpita nel discorso di Marten è questa: the power is in the customers [**]. Sun lo ha capito e il suo business si muove di conseguenza. Questo non è per niente scontato in altri campi, ancora. Purtroppo. Ma è confortante vedere che qualcosa si muove.

Interessanti anche gli interventi di Ivan Zoratti (Da Zero a Infinito: la scalabilita’ illimitata di MySQL nel mondo Web 2.0) e Giuseppe Maxia (MySQL: una comunità che coinvolge). Divertente la distribuzione a pioggia dei delfini di pelouche :)

Ci è stato promesso il download delle slide della presentazione sul sito dell’evento, a partire da martedi. Per chi è interessato, questo è il link.

[*] pochi, molto pochi i presenti. E le donne si contavano sulle dita di una mano. Peccato.
[**] e non è l’unica frase che ho capito :) Ascoltare audiolibri in inglese funziona davvero, aiuta moltissimo nella comprensione della lingua parlata, qualsiasi siano gli argomenti trattati.