Archivio di novembre 2007

Gratin di finocchi

giovedì, 29 novembre 2007

I finocchi sono una delle verdure invernali preferite. Sono graditi anche al consorte, sia crudi che cotti. In particolare li faccio spesso in gratin, diventano un piatto unico completo e appetitoso.
Finocchi al gratin con prosciutto
Ero alla ricerca del gratin perfetto. Mi piaceva l’idea di un salume anche perché credo di aver letto una ricetta simile, su qualche rivista, secoli fa. Abbiamo provato con il prosciutto cotto, ma il risultato era troppo delicato. Con lo speck, che pure piace molto, non mi è sembrato molto legato. Infine è stata la volta del prosciutto crudo, che si è rivelata vincente.

Ho tenuto la besciamella un po’ più morbida (30g farina, 30g burro e 400ml latte) e l’ho mescolata in parte ai finocchi lessati (ma al dente). Poi ho disposto i finocchi nella pirofila, ho cosparso la superficie di prosciutto crudo spezzettato, ho coperto con cucchiaiate di besciamella, e in superficie ho spolverizzato con parmiggiano grattugiato.
Il tutto ha cotto in forno per 20 minuti a 180 gradi, poi ho completato al grill per 5 minuti.

Sto invecchiando. Se un tempo mi piaceva sperimentare sempre nuove ricette, ripetendole rarissimamente, adesso mi piace perfezionare, ripetere le ricette ritenute coccolose, fino a trovare un ottimo che mi fa pensare che la ricetta non sarà più migliorabile. Il gratin di finocchi ha raggiunto questo status di ricetta non più migliorabile e con indice di ripetibilità molto elevato, anche una volta a settimana :)
Tra poco sarà possibile raccogliere i finocchi dell’orto, prevedo altri gratin perfetti all’orizzonte!

Arrosto di pollo in salsa d’aglio e salvia

venerdì, 9 novembre 2007

Il macellaio di zona fa dei rollè di pollo eccezionali.
Ho messo in una pentola di adeguata misura alcuni cucchiai d’olio evo e una manciatona di foglie di salvia fresche, ben lavate. Appena l’olio ha iniziato a sfrigolare ho rosolato il rollè da tutti i lati, poi ho sfumato con un generoso bicchiere di vino bianco, ho aggiunto tutti gli spicchi di una testa d’aglio, interi e non spellati, ho coperto e fatto cuocere a fuoco basso per una mezz’ora, girando una volta il rollè dopo 15 minuti.
Dopo mezz’ora ho salato e lasciato cuocere ancora un po’. Ho spento quando la temperatura interna era ben superiore i 60 gradi. Ho fatto raffreddare per bene il rollè, quindi l’ho tagliato a fette. Ho passato il sughino di cottura attraverso il colino cinese, pigiando bene con un cucchiaio per far uscire tutta la cremina d’aglio dagli spicchi.
Ho rimesso le fette nella pentola con il sughetto e ho lasciato insaporire fino al momento di riscaldare il tutto per portarlo a tavola. Ho accompagnato con pisellini primavera in umido con cipolla e guanciale.
La foto? Non c’è stato il tempo :)

You Are an Excellent Cook

mercoledì, 7 novembre 2007
You Are an Excellent Cook
You’re a top cook, but you weren’t born that way. It’s taken a lot of practice, a lot of experimenting, and a lot of learning.
It’s likely that you have what it takes to be a top chef, should you have the desire…
Are You A Good Cook?

You are the Star

lunedì, 5 novembre 2007

You are The Star

Hope, expectation, Bright promises.

The Star is one of the great cards of faith, dreams realised

The Star is a card that looks to the future. It does not predict any immediate or powerful change, but it does predict hope and healing. This card suggests clarity of vision, spiritual insight. And, most importantly, that unexpected help will be coming, with water to quench your thirst, with a guiding light to the future. They might say you’re a dreamer, but you’re not the only one.

What Tarot Card are You?
Take the Test to Find Out.