Archivio di ottobre 2010

Halloween time: torta alla zucca

giovedì, 28 ottobre 2010

Torta alla zucca, amaretti e gocce di cioccolato

È la settimana di Halloween e guarda caso sono pronte le zucche nell’orto. In realtà sono pronte da un po’, ma le stiamo centellinando.

La ricetta di questa torta è passata su Ravelry Italian Kitchen, un gruppo di cucina all’interno di un sito meraviglioso, dove è possibile scoprire che il mondo dei lavori manuali (maglia, uncinetto etc) non è affatto morto ma trova una meravigliosa rinascita anche a causa della crisi (crisi? quale crisi? ah già, dicono che non c’è) che sta interessando molti paesi.
E come è, come non è, quando ci si ritrova (sia de visu che virtualmente) a sferruzzare in compagnia, i discorsi finiscono molte volte sul cibo e sullo scambio di ricette. E questo comporta arricchimento, perché condividendo una conoscenza la si approfondisce inevitabilmente di più, per via del fatto che madre natura ci ha dotati di cervelli diversi che hanno idee diverse e si fanno venire dubbi diversi.

Mamma mia come sono profonda stasera! Ma veniamo alla ricetta, forse è meglio :)

Ingredienti per la pasta:
- 300g di farina
- 150g di burro
- 100g di zucchero
- 1 uovo intero + 1 tuorlo
- buccia grattugiata di un limone
- poco lievito per dolci (una punta di coltello)
- 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:
- 1kg di zucca
- 100g di amaretti sbriciolati
- 100g di cioccolato fondente sminuzzato (oppure le gocce di cioccolato già pronte, ma devono essere di buona qualità!)
- 100g di mascarpone
- 100g di zucchero (prima di metterlo tutto assaggiare il composto, può non servire se la zucca è molto dolce)
- 1 uovo + 1 albume (quello avanzato dalla pasta)

Preparare la frolla nel modo che più si preferisce e farla riposare in frigo almeno una mezz’ora.

Togliere buccia e semi dalla zucca, tagliarla a pezzi. Cuocerla senz’acqua, per esempio nel forno.
Per questa torta occorrerebbe una zucca dalla polpa soda, senza filamenti e ben matura. Insomma, una zucca da tortelli. Ma io dall’orto della vicina ho la solita zucca arancione, così mi sono ingegnata per non rovinare la ricetta, cuocendo la zucca nel microonde e lasciandola raffreddare nel colapasta, per renderla il più asciutta possibile. Poi ho frullato la polpa con il minipimer.

Unire alla polpa di zucca gli amaretti sbriciolati, il cioccolato fondente, lo zucchero (tutto o meno, a piacimento), il mascarpone, l’uovo e l’albume.

Stendere la pasta sul fondo e sui bordi di una tortiera di circa 26-28cm di diametro, magari sganciabile, meglio ancora se rivestita nella sola parte inferiore con un foglio di carta forno. Tenere da parte della pasta per le decorazioni.
Versare il composto di zucca, ripiegare i bordi verso l’interno, finire di decorare con la pasta facendo delle strisce oppure, con un po’ di fantasia, si possono fare delle zucche o dei pipistrellini.
Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 30/40 minuti. La durata della cottura è strettamente legata al forno che si usa: la prova con lo stecchino è sempre consigliata.

Questa torta ci è piaciuta molto ed è entrata di diritto nel ricettario di famiglia. Ma sicuramente, vista l’abbondanza di zucche di quest’anno, ripeterò anche la storica Torta alla crema di zucca.

World Bread Day 2010: kanelbullar con lievito madre

sabato, 16 ottobre 2010

Anche quest’anno parliamo di pane, e prepariamoci a leggere tantissime ricette a riguardo su tutti i blog che parteciperanno per il quinto anno all’iniziativa di Zorra sulla giornata mondiale del pane.

Continua l’avventura con il lievito madre, come potrei tornare indietro? I panifici di zona mi vedono ormai così di rado da pensare che io sia una turista :)

Ho pernsato di pubblicare, per questa quinta edizione del WBD, la ricetta dei kanelbullar trovata tanti anni fa su it.hobby.cucina, adattata all’uso con il lievito madre.

Kanelbullar / 2

Gli ingredienti per l’impasto:
- 250g di pasta madre appena rinfrescata (di consistenza media, non troppo soda ma nemmeno liquida, idealmente ottenuta con 100g di acqua e 150g di farina)
- 150ml di latte tiepido
- 75g di burro fuso
- un pizzico di sale
- 120g di zucchero
- 400g di farina (attenzione può essere necessaria più o meno farina a seconda della consistenza del lievito madre)

Gli ingredienti del ripieno:
- 50g di burro morbido (pomata)
- 60g di zucchero
- abbondante cannella macinata

Gli ingredienti della guarnitura:
- 1 uovo sbattuto
- zucchero in granella

Sciogliere la pasta madre con il latte tiepido. Aggiungere il sale, lo zucchero e il burro fuso.
Incorporare la farina, impastare a lungo per ottenere una pasta liscia e omogenea. Far lievitare in un luogo riparato e tiepido, per esempio il forno appena scaldato e poi spento, fino a che la pasta sarà triplicata di volume.
La temperatura di lievitazione è importante: il burro nell’impasto non deve solidificare, per cui può essere necessario mettere un pentolino di acqua bollente sul fondo del forno, per tutte le fasi della lievitazione.
Stendere la pasta in un rettangolo più lungo che stretto, spennellare la superficie con il burro, cospargere di zucchero e cannella.
Avvolgere la pasta a salsicciotto da cui tagliare delle fette, che saranno adagiate su una teglia (imburrata e infarinata oppure cosparsa di carta forno), distanziate tra loro. Rimettere nel forno a lievitare ancora un po’.
Accendere il forno alla massima temperatura (250) e far scaldare bene. Spennellare con l’uovo sbattuto le fette, cospargerle di granella di zucchero e cuocere per pochi minuti, circa 5 ma è bene controllare che i kanelbullar non si colorino troppo in superficie.
Sfornare e far raffreddare su una gratella per dolci.