Archivio di novembre 2008

Torta di riso romagnola

domenica, 23 novembre 2008

Torta di riso
La ricetta non è mia, ma di PMF e seguendo questo link si trova la preparazione passo passo.

Riporto brevemente ingredienti e preparazione:
- bollire 100g di riso in 1lt di latte aromatizzato con una stecca di vaniglia; dopo 15 minuti aggiungere 150g di zucchero e lasciar cuocere fino ad assorbimento di tutto il latte, mescolando bene verso la fine perché tenderà ad attaccare; lasciar raffreddare;
- nel frattempo mescolare 4 uova con 100g di zucchero; imburrare una teglia quadrata da circa 22cm di lato e cospargerla di zucchero;
- unire al riso ormai freddo le uova con lo zucchero, versare il tutto nella teglia, spolverare di zucchero e cuocere in forno già caldo a 180 gradi per circa 40 minuti;
- a cottura ultimata estrarre la teglia dal forno, versarvi abbondante liquore amaretto (circa 3/4 di bicchiere), rimettere la teglia nel forno e lasciarla fino a completo raffreddamento;
- si serve tagliata rigorosamente a losanghe, infilzate con stuzzicadenti per poterla mangiare senza sporcarsi le mani; io ho giocato con gli stecconi da spiedino componendo una deliziosa piramide.
Nonostante la massiccia presenza di liquore l’alcool evapora completamente nella fase di raffreddamento, lasciando un delizioso profumo di mandorla amara. Sono molto contenta di aver finalmente provato questa ricetta, che è piaciuta a tutti quanti l’hanno assaggiata. Grazie Paolo!

Strudel al prosciutto e pomodori secchi

domenica, 9 novembre 2008

Strudel prosciutto e pomodori secchi
La pasta madre sta diventando sempre più pimpante. Al punto che, anche se in frigo, esce dal contenitore munito di coperchio in cui la conservo.
Lievito madre / 3
È un po’ impegnativo tenere in vita il tamagochi-lievito madre, ma le soddisfazioni ripagano le fatiche. Questo strudel salato è un esperimento tentato con un avanzo di rinfresco. Prosciutto crudo tagliato fine, formaggio marzolino a fette e pomodori secchi sott’olio scolati: questi i gustosi ingredienti. Una volta posizionati gli ingredienti sulla pasta stesa, la si arrotola e si trasla lo strudel su carta forno tenendo la chiusura verso il basso. Si cuoce in forno a 190 gradi per una mezz’ora.

Calamarata zucca e salsiccia

mercoledì, 5 novembre 2008

Calamarata zucca e salsiccia
Grazie ai Cuochi di Carta (1, 2, 3, 4) ho scoperto il formato di pasta calamarata, che si presta a tante sfiziose preparazioni.
Spellare e tagliare a pezzi 4 salsicce macinate.
Privare della buccia e dei semi un pezzo di zucca da circa 400g, poi tagliarla a strisce sottili.
Rosolare 2 spicchi d’aglio in qualche cucchiaio d’olio, aggiungere le salsicce, dopo pochi minuti la zucca. Salare e far cuocere a fuoco vivace, aggiungendo verso la fine delle foglie di salvia fresche.
Nel frattempo lessare la calamarata in acqua bollente salata. Appena cotta scolarla e saltare il tutto nel condimento di zucca e salsiccia.

Torta alla crema di zucca

domenica, 2 novembre 2008

Quest’anno l’orto non ha prodotto zucche, nonostante i semini regalati da Sandra aka Un Tocco di Zenzero. Però quelle della vicina sono state rigogliosissime, al punto che due si sono ritrovare a crescere nel mio orto :)
Zucche / 1
Ed ecco fiorire una serie di ricette che hanno visto protagoniste le due zucche in questione.
Zucche / 4
Tanto tempo fa postai questa ricetta in it.hobby.cucina chiamandola clafoutis di zucca. In realtà il clafoutis di solito è una preparazione molto differente, per cui rinominerò la ricetta torta alla crema di zucca, che mi sembra più appropriata.

Preparare una frolla con 200g di farina, 100g di burro, 1 tuorlo, 1 cucchiaino colmo di zucchero di canna, 1 cucchiaino raso di cannella in polvere, 1 pizzico di sale. Fare la palla e lasciar riposare in frigo almeno una mezz’ora.
Nel frattempo pulire 400g di zucca privandola dei semi e della buccia, tagliarla a pezzetti e cuocerla in 1 bicchiere di latte (o acqua) con 2 cucchiai di miele.
Stendere la frolla in una tortiera da 22cm di diametro rivestita di carta forno. Ricoprire il fondo e le pareti dello stampo, poi coprire il tutto con un secondo foglio di carta forno e riempire con fagioil secchi. Cuocere il guscio in forno già caldo a 200 gradi per circa 10 minuti.
Nel frattempo scolare la zucca dal latte e frullarla. Sbattere 2 uova con 50g di zucchero di canna, 20 grammi di fecola, 100g di panna. Unire la polpa di zucca.
Quando il guscio è cotto togliere i fagioli, versare la crema di zucca, decorare con 1 cucchiaio di mandorle ridotte in lamelle e rimettere in forno a cuocere finché la crema non sarà rassodata. Ci vorranno almeno 20 minuti.
Io stavolta ho preferito mettere alcuni pinoli dopo la cottura, infilzati nella crema.
Torta alla crema di zucca